CHI SIAMO

Il MADONE CALCIO A 5 è una società nata con il fine di promuovere la disciplina del Calcio a 5 sul proprio territorio.

La società ha sede a Madone (BG), in Via Don Ruggeri,15.

 

 SQUADRE ISCRITTE

Per la stagione 2019/2020 il Madone Calcio a 5 partecipa con due squadre iscritte all'interno dei campionati CSI provinciali. Queste formazioni sono:

  • AIFVS MC5 (Gruppo A Girone A)

  • STELLE OCEANO MC5 (Gruppo D Girone N)

 

  

 STATUTO

Per la stampa, scarica lo Statuto in formato PDF.

  

 

 

 MADONE CALCIO A 5 

 STATUTO SOCIALE

 

  ULTIMA MODIFICA: 26 FEBBRAIO 2008

 

 

FINALITA' E STRUTTURE:

 

ART.1 La società sportiva "Madone Calcio A5", con sede in Madone in Via Don Ruggeri 1, è una libera Associazione sportiva dilettantistica, senza fini di lucro, apartitica, aconfessionale, motivata dalla decisione dei soci di vivere e sviluppare l'esperienza del gioco del calcio a 5 sul territorio del Comune di Madone. Pertanto i suoi compiti ordinari sono:

 

a) La proposta costante dell'attività sportiva in questione ai giovani; b) l'iscrizione alle organizzazioni provinciali (FIGC, CSI, ecc) che organizzano i vari campionati, dal settore giovanile sino alle categorie maggiori; c) l'impegno affinché, nell'area sociale in cui opera, siano istituiti servizi stabili per l'assistenza e la pratica del calcio a5.

 

ART.2 Nel caso in cui la Società Sportiva Madone Calcio a 5 sia affiliata alla Polisportiva Madone sarà preciso impegno di tutti i soci osservarne lo Statuto, i regolamenti, nonché le deliberazioni emesse dal suo Consiglio Direttivo. Inoltre tutte le squadre iscritte ai vari campionati saranno identificate con il nome di "POLISPORTIVA MADONE SEZIONE CALCIO A 5", utilizzando i colori sociali della Polisportiva Madone(granata o in alternativa l'azzur- grana). Qualora i colori sociali in questione siano omessi dalle divise di gioco, vi sarà comunque inserito un distintivo rappresentante il logo della Polisportiva Madone.

 

ART.3 La Società Sportiva Madone Calcio a 5 è formata da almeno 20 (venti) soci ordinari, i quali sono possessori di quote societarie a titolo di autofinanziamento. Le quote societarie non potranno essere trasmesse ad altre associazioni o enti. La qualifica di socio si perde per dimissioni, per decadenza motivata dell'assemblea o per mancato rinnovo delle proprie quote entro le ore 24:00 del 30 Agosto di ogni anno. Le quote rimaste scoperte al 1° di Luglio di ogni anno saranno a disposizione dell' Assemblea dei soci per essere riassegnate a chi ne faccia richiesta, dando la precedenza a chi già possessore di quote societarie l'anno precedente ( è da considerarsi nuovo socio quel possessore di quote che non le rinnovi entro i termini indicati e che ne faccia richiesta dopo il 30 di Giugno). Non meno di 10 (dieci) soci potranno detenere il 50%+1 delle quote societarie. Colui che, per qualsiasi motivo, perda la qualifica di socio non potrà pretendere il risarcimento delle proprie quote societarie.

 

ART.4 L'esercizio finanziario della Società Sportiva decorre dal 1° Luglio di ogni anno al 30 Giugno dell'anno successivo.

 

  

L'ASSEMBLEA

 

ART.5 L' Assemblea dei soci è il massimo organo deliberante e sarà indetta entro il 30 Agosto di ogni anno. La prima convocazione sarà ritenuta valida con la presenza dei due terzi dei soci, la seconda con il 50%+1. Nel caso non si raggiunga il numero legale minimo le decisioni relative l'ordine del giorno vengono, tenuto conto della volontà dell'Assemblea, ratificate dal Consiglio Direttivo, previa comunicazione scritta a tutti i soci. Qualora non pervenga, nell'arco di sette giorni, in forma scritta, da parte della maggioranza dei soci assenti ulteriori comunicazioni in merito alle decisioni adottate varrà la regola del silenzio-assenso. Le delibere sono prese a maggioranza semplice con il 50%+1 delle quote dei presenti in assemblea (da questo criterio è esclusa l'elezione del presidente come all'art.7). Le votazioni sono espresse con voto palese, salvo se diversamente deciso dall'assemblea stessa. Sono comunque da assumere a scrutinio segreto le delibere concernenti persone, quando venga esercitata una facoltà discrezionale fondata sull'apprezzamento delle qualità soggettive di una persona o sulla valutazione dell'operato da questi svolto. Ogni presente potrà avere la delega scritta di un solo socio. In caso di affiliazione alla Polisportiva Madone, alle riunioni dell'Assemblea potrà partecipare un consigliere della polisportiva stessa (senza diritto di voto). Un terzo dei soci può richiedere la convocazione dell'Assemblea.

 

ART.6 All'Assemblea di dei soci compete:

 

a) l'elezione del Presidente; b) lo stabilire il numero massimo degli atleti in organico alle singole squadre; c) la revoca della qualifica di socio con motivazione scritta e notifica immediata all'interessato; d) la programmazione e l'approvazione delle attività e dei relativi proventi di entrata e di spesa; e) la modifica dello Statuto Societario.

 

ART.7 L'elezione del Presidente avviene mediante volo palese, se non diversamente approvato dall'Assemblea. Ad ogni socio presente in assemblea è identificato un voto (per questa votazione non sono ritenute valide le deleghe). Sarà nominato Presidente colui che avrà ottenuto il maggior numero di voti. In caso di parità tra due o più candidati i voti espressi dai soci saranno tramutati in numero di quote societarie (sistema valido solo se il voto è stato palese). Se dovesse mantenersi un'ulteriore parità sarà eletto il candidato più anziano.

 

 

IL CONSIGLIO DIRETTIVO

 

ART.8 Il Consiglio Direttivo è composto da:

 

a) Presidente; b) Presidente Onorario c) Vice Presidente; d) Amministratore; e) Responsabile Tecnico; f) Direttore Sportivo; g) Segretario; h) Direttore Generale

 

Gli eletti a tali cariche devono essere maggiorenni ed hanno tutti a diritto di voto in caso di parità il voto del presidente sarà quello decisivo. Il Consiglio si riunisce una volta al mese in sessione ordinaria, straordinariamente se richiesto da un terzo dei membri. La seduta è valida con la presenza del 50%+1 dei membri. In caso di affiliazione alla Polisportiva Madone ciascun consigliere sarà tesserato come socio della stessa.

 

Spetta al Consiglio Direttivo decidere a maggioranza l'ammissione di nuovi soci (atleti o simpatizzanti). Nel caso di soci con la qualifica di atleti potranno essere accettati sino al raggiungimento dell'organico per ogni squadra stabilito dall'Assemblea dei Soci.

 

ART.9 Il presidente rappresenta la Società Sportiva per la normale amministrazione prevista dai regolamenti locali e nazionali (FIGC, CSI, ecc), indice le riunioni del Consiglio Direttivo, convoca e preside l'Assemblea dei soci e nomina il Vice Presidente l'Amministratore, i Responsabile Tecnico, il Direttore Sportivo, il Segretario il Direttore Generale e firma tutti i documenti di carattere finanziario congiuntamente all'Amministratore.. Le dimissioni del Presidente comportano l'effettuazione di elezioni per la sua sostituzione. Tutti i compiti del Presidente, fino alla convocazione di nuove elezioni, da indire entro trenta giorni dalle dimissioni del Presidente, saranno assunti dal Vice Presidente. Insieme all'amministratore è responsabile della gestione dei fondi comuni. Il Presidente, e quindi il Consiglio Direttivo, rimane in carica per due esercizi finanziari salvo dimissioni o mozione di sfiducia sottoscritta da almeno un terzo (espresso in quote) dei soci e approvata dalla maggioranza (50%+1), sempre espressa in quote, dei soci riuniti in assemblea. In caso di assenza o impedimento temporaneo del Presidente, il Vicepresidente ne assume tutte le funzioni.

 

ART. 10 Il Presidente Onorario è eletto dall'Assemblea dei Soci, su proposta del Consiglio Direttivo. La carica non ha durata temporale prestabilita, ma è lo stesso Consiglio Direttivo a proporre l'elezione o la decadenza di un socio da tale carica. La carica di Presidente Onorario deve essere necessariamente ricoperta da un socio della società che si è particolarmente distinto, nel corso degli anni precedenti, nelle sue attività. Partecipa alle riunioni dell'Assemblea dei Soci e del Consiglio Direttivo con diritto di voto.

 

ART.11 Il Consiglio Direttivo ha il compito di gestire la Società Sportiva in base al bilancio annuale di previsione elaborato dallo stesso e sottoposto ad approvazione dall'Assemblea dei soci. Al termine di ogni esercizio finanziario dovrà stendere una relazione sull'attività svolta e il rendiconto delle entrate e delle spese, i quali saranno posti all'approvazione dell'Assemblea. Nella situazione di affiliazione alla Polisportiva Madone i vari preventivi e consuntivi con relative relazioni, saranno inviati per conoscenza al Consiglio Direttivo della polisportiva stessa. Il membro del Consiglio che per ingiustificato motivo non intervenga a tre riunioni consecutive decade dalla propria carica. Le deliberazioni del Consiglio sono prese a maggioranza semplice e saranno verbalizzate nell'apposito libro sociale. Il Consiglio Direttivo può conferire a Soci o a terzi procure generali o speciali per singoli incarichi. Queste persone divengono Collaboratori Ufficiali del Consiglio con l'obbligo di riferire e rendere conto dell'attività svolta. Spetta inoltre al Consiglio Direttivo proporre la designazione di delegati che rappresentano la società all'interno di organismi esterni riconosciuti (es. Polisportiva) e stabilire l'importo della quota contributiva annuale.

 

  

IL PATRIMONIO

 

ART.12 Il patrimonio della Società Sportiva Madone Calcio a 5 è costituito: a) dai contributi dei soci, di Enti e di privati; b) da altri proventi derivanti dalle attività statutarie; c) da eventuali legati e/o donazioni che saranno destinati esclusivamente all'incremento della Società Sportiva; d) da eventuali beni mobili e immobili; e) dai materiali sportivi e dai premi. f) da proventi derivanti da qualsiasi forma di contributo offerto da sponsor abbinata all'attività statutaria;

 

In base al disposto dell'art.111 comma 4-lettere a) e b) del D.P.R. 917/86, vige il divieto di distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell'associazione salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge. E' fatto divieto all'Assemblea dei soci di distribuire al proprio interno utili, fondi, riserve di capitale.

 

ART.13 In caso di scioglimento della Società Sportiva Madone Calcio a 5, il patrimonio sarà devoluto ad associazioni presenti sul territorio di madone che il direttivo deciderà in beneficenza

 

Art. 14 Per disciplinare il funzionamento tecnico e amministrativo della Società Madone Calcio a5, il Consiglio Direttivo potrà elaborare appositi regolamenti interni che saranno sottoposti all'approvazione dell'Assemblea dei soci.

 

Art. 15 La società Madone Calcio a5, nell'interesse di promuovere la propria presenza e lo spirito agonistico del calcetto può rendersi promotrice di eventi e iniziative d' informazione e/o formazione sportiva-culturale.